Camorra, blitz contro le nuove leve sorte dalle ceneri dei Lo Russo: 24 arresti


Le nuove leve, sorte dalle ceneri del vecchio clan Lo Russo, avrebbero assunto il controllo di Miano. La scoperta degli inquirenti ha portato i carabinieri del comando provinciale di Napoli e il personale del centro operativo Dia all’esecuzione di 24 misure cautelari a carico di altrettanti affiliati a un nuovo gruppo camorristico nato da una costola del clan Lo Russo. Il blitz scattato questa mattina all’alba. Altre misure sono in corso di esecuzione.

LEGGI ANCHE / Camorra a Miano, gli ordini partivano dal carcere grazie a un cellulare: arrestate anche le mogli di due ras

Gli investigatori hanno focalizzato l’attenzione sulle giovani leve del clan che, dopo gli arresti e i pentimenti di esponenti di vertice del clan Lo Russo, hanno assunto il controllo della zona tra Miano, Marianella, Piscinola e Don Guanella. Le accuse, a vario titolo, sono di associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi, estorsione e usura. Dalle indagini è emerso che le nuove leve riuscivano a mantenere il controllo della zona anche grazie ai legami con gli affiliati detenuti. Quest’ultimi infatti, nonostante la detenzione hanno continuano ad impartire consigli e direttive grazie ai contatti mantenuti dai familiari. (Leggi gli aggiornamenti: «Le misure cautelari salgono a quota 32, i nomi degli arrestati»)

Leggi anche:
– 
Cucchi, le motivazioni della condanna dei carabinieri: era «in una condizione di benessere» fino alla sera dell’arresto 
– Prescrizione, Costa (FI): «Tirare una riga dritta sulla riforma Bonafede e ripartire da zero». Vertice a Palazzo Chigi 
– Vitalizi: M5S in piazza, la risposta degli ex parlamentari: «Contro di noi campagna di odio». Caliendo (FI) si asterrà 
– Falsi diplomi da scuole paritarie campane per scalare le graduatorie del personale Ata, 19 indagati a Pistoia 
– Commissione di inchiesta sulle banche, Carla Ruocco (M5S) presidente: «Tuteleremo il risparmio degli italiani» 
– Treno Frecciarossa deragliato sulla Milano-Bologna, il procuratore di Lodi: «Lo scambio non era nella posizione corretta» 
– Giustizia, tre nuovi arrivi in procura generale a Napoli: Maresca è sostituto pg, la decisione del plenum del Csm 
– Avvocati, accesso gratuito a banca-dati delle sentenze Cassazione ma solo per gli iscritti alla Cassa forense: siglato l’accordo
– Catanzaro, soldi e sesso in cambio di favori: dirigente Asl confessa, si aggrava la posizione del giudice Petrini
– Elezioni a Napoli, Guarino sfida Ruotolo a un confronto e apre al popolo delle partite Iva e a chi rischia di perdere la casa

venerdì, 7 febbraio 2020 - 09:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA