Prescrizione, Costa (FI): «Tirare una riga dritta sulla riforma Bonafede e ripartire da zero». Vertice a Palazzo Chigi

Enrico Costa
Il deputato di Forza Italia Enrico Costa

L’attuale dibattito/scontro sulla prescrizione si sta trasformando in un «labirinto senza fine». Parola di Enrico Costa, il deputato di Forza Italia e responsabile del dipartimento giustizia del movimento azzurro autore dell’emendamento per l’abolizione della riforma Bonafede sul cui voto vuole convergere anche Italia Viva.

«Nella maggioranza – afferma Costa – è in atto un mercato delle vacche sulla pelle della gente. Leggere di ipotesi di accordo sulla prescrizione fa venire il mal di testa e tanta nausea- Prescrizione per gli assolti, non per i condannati, come vuole Orlando, prescrizione per i condannati che siano assolti in appello con recupero dei tempi persi, come vuole Leu, ma pure due anni di sospensione per gli assolti dopo il primo grado, copyright M5s, ed altrettanti dopo l’appello, ma pure 6 mesi in più se ci sono nuove prove da assumere in appello, per accontentare il Pd».

Leggi anche / Caos prescrizione, Bonafede a Renzi: «Basta molestare i cittadini, toni da Cav o Salvini». Orlando prova a fare il pompiere

«Oppure – continua – sospensione senza limiti della prescrizione dopo il secondo grado, allungando a dismisura la sospensione temporanea dopo il primo grado, che di temporaneo avrebbe così solo il nome. Un labirinto senza fine, norme accavallate ed attorcigliate che fanno male al processo. La semplificazione sacrificata sull’altare del compromesso. Me li vedo gli autorevoli addetti alla giustizia discutere tra loro: “se ti concedo un anno in più dopo il primo grado, tu mi dai il recupero per l’assolto in secondo grado? Però che facciamo con l’assolto in primo grado condannato in appello?…” come se i cittadini fossero numeri. Non sarebbe molto più semplice tirare una riga netta sulla riforma Bonafede e ripartire da zero? Noi la pensiamo così».

Intanto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha convocato per questo pomeriggio alle 18,30 un vertice di maggioranza sul tema della giustizia e, in particolare, della riforma della prescrizione.

Leggi anche:
– 
Vitalizi: M5S in piazza, la risposta degli ex parlamentari: «Contro di noi campagna di odio». Caliendo (FI) si asterrà 
– Falsi diplomi da scuole paritarie campane per scalare le graduatorie del personale Ata, 19 indagati a Pistoia 
– Commissione di inchiesta sulle banche, Carla Ruocco (M5S) presidente: «Tuteleremo il risparmio degli italiani» 
– Treno Frecciarossa deragliato sulla Milano-Bologna, il procuratore di Lodi: «Lo scambio non era nella posizione corretta» 
– Giustizia, tre nuovi arrivi in procura generale a Napoli: Maresca è sostituto pg, la decisione del plenum del Csm 
– Avvocati, accesso gratuito a banca-dati delle sentenze Cassazione ma solo per gli iscritti alla Cassa forense: siglato l’accordo
– Catanzaro, soldi e sesso in cambio di favori: dirigente Asl confessa, si aggrava la posizione del giudice Petrini
– Elezioni a Napoli, Guarino sfida Ruotolo a un confronto e apre al popolo delle partite Iva e a chi rischia di perdere la casa
– Treno deragliato a Lodi, le vittime sono di Capua e di Reggio Calabria. Mattarella: «Si faccia presto luce sulla dinamica»
– Corruzione in appalti pubblici, 10 arresti tra Caserta e Roma: coinvolti amministratori e pubblico ufficiale
– Treno deragliato, il premier Conte: «Vicini alle famiglie, stiamo accertando le cause»
– Boscotrecase, la finanza sequestra un appartamento a un esponente del clan Pesacane
– Torino, coppia ritrovata morta in casa: ipotesi omicidio-suicidio dopo una lite
– Treno deraglia nei pressi di Lodi, deceduti due macchinisti: una trentina i feriti
– Rifiuti Campania, inchiesta sulle sanzioni dell’Ue all’Italia: 23 indagati, ci sono anche Bonavitacola e Del Giudice

 

giovedì, 6 Febbraio 2020 - 18:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA