Treno deragliato, indagato l’amministratore delegato di Alstom: scambio numero 5 «difettoso»

Treno Deragliato Lodi

C’è un settimo indagato nell’inchiesta sul deragliamento del Frecciarossa 1000 avvenuto all’alba del 6 febbraio ad Ospedaletto Lodigiano, in provincia di Lodi. Si tratta di Michele Viale, amministratore delegato di Alstom Ferroviaria, società che avrebbe prodotto una parte dell’attuatore di scambio che è considerato dagli inquirenti una delle cause dell’incidente perché, stando a quanto emerso dalle prime verifiche dei consulenti della Procura di Lodi, presentava al momento del sinistro un’anomalia elettrica.

Leggi anche / Frecciarossa deragliato a Lodi, dissequestrata parte dell’area in cui si è verificato l’incidente ferroviario

Viale è indagato insieme a cinque addetti alla manutenzione che poche ore prime del tragico episodio effettuarono dei lavori sullo scambio ed alla Rfi, azienda sotto indagine per presunte responsabilità amministrativa.

Ma il lavoro della Procura di Lodi non si ferma qui, come ha spiegato il procuratore Domenico Chiaro affermando che si stanno vagliando «altre posizioni». Finora gli inquirenti, dopo le prime perizie effettuate dai consulenti nominati, hanno scoperto che lo scambio ‘incriminato’, il numero 5, causa probabile del deragliamento di giovedì scorso, presentava un problema elettrico.

Ieri, nel corso dell’audizione dinanzi alla Commissione Lavori pubblici del Senato, il direttore dell’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria Marco D’Onofrio ha spiegato che «ieri sera è pervenuta una comunicazione da parte della procura, a seguito del rilevamento di un difetto interno all’attuatore (una componente dello scambio ndr). Sono state fatte delle prove in campo e sembra che ci sia un’inversione dei cablaggi interna al dispositivo che si è andato a sostituire».

Nell’incidente ferroviario di Ospedaletto Lodigiano sono morti due macchinisti, 31 passeggeri sono rimasti feriti.

Leggi anche:
– 
Regalo a De Magistris, la commissione Bilancio della Camera approva il Salva-Napoli
– Fallimento Bari Calcio, chiesto il rinvio a giudizio per 6 ex amministratori: ci sono anche Antonio e Salvatore Matarrese
– Abusi sessuali sulla nipotina di 12 anni, arrestato un 69enne nel Napoletano
– Auchan-Conad, Margherita chiede la cassa integrazione per 5.300 dipendenti
– Ercolano, abusi su disabile al centro don Orione: prete indagato per false dichiarazioni al pm
– Sant’Antimo, inchiesta sui carabinieri infedeli: la parola passa al Riesame, fissate le prime udienze sui ricorsi
– Clan Lo Russo, il boss col cellulare in cella: chiamate alla moglie durante lo shopping e direttive ai giovani affiliati
– Napoli, il Tribunale di Sorveglianza scoppia ma il ministero snobba le richieste di aiuto Pangia: «Situazione drammatica» 
– Omicidio Vannini, la Cassazione annulla la sentenza di omicidio colposo: nuovo processo in Appello per Ciontoli
– Giustizia, convention di ‘A&I’ a Napoli: tavola rotonda con Davigo, Travaglio e i senatori Morra (M5S) e Urraro (Lega)

venerdì, 14 febbraio 2020 - 07:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA