Coronavirus, in Campania si cercano condizionatori per le tende. A Capri e Anacapri servono alloggi

Coronavirus - Tende al Cotugno
(foto Kontrolab)

L’abbassamento delle temperature in Campania sta portando problemi per i pazienti covid19 che vengono per alcune ore ricoverati nelle tende allestite all’esterno degli ospedali in attesa di essere portati nelle corsie. Una permanenza che può durare anche 6-8 ore. «La nuova ondata di freddo – spiega il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva – sta effettivamente portando un forte abbassamento di temperatura nelle tende della protezione civile».

«Le tende ci sono state fornite con dei condizionatori di aria calda che però non bastano in questi giorni e spesso i pazienti hanno freddo. Ci stiamo muovendo per comprare altri condizionatori di aria calda ma non è semplice con molti fornitori che sono chiusi, ma ci stiamo lavorando intensamente per risolvere velocemente il problema».

I sindaci di Capri ed Anacapri, Marino Lembo e Alessandro Scoppa hanno chiesto la collaborazione di Federalberghi e Atex Isola di Capri, l’associazione che raggruppa le strutture extra-alberghiere, di reperire sull’isola alloggi da mettere a disposizione del personale che presta servizio all’ospedale Capilupi e le forze dell’ordine.

Una disponibilità di intesa con il direttore generale dell’Asl Na 1 Ciro Verdoliva tesa a fronteggiare il rischio di contagio da covid-19 anche perché le amministrazioni comunali isolane hanno già adottato per gli sbarchi di persone non residenti ordinanze restrittive mirate ad evitare il pendolarismo e visto che questa tipologia di categoria è indispensabile che soggiorni sull’isola, i due primi cittadini hanno invitato quindi le associazioni di categoria chiedendo la disponibilità a fare alloggiare sull’isola queste persone così indispensabili alla tutela della salute e dell’ordine pubblico.

Leggi anche:
Coronavirus, incontro tra Governo e sindacati per una nuova intesa: stretta al perimetro delle aziende essenziali
Coronavirus, altri 91 contagiati e il numero delle vittime sale a 56: lutto a Pozzuoli, San Giorgio a Cremano e Torre del Greco
– Il Coronavirus mette fuori gioco Bertolaso: «Sono positivo, ma coordinerò i lavori dell’ospedale della Fiera a distanza»
– Coronavirus, scrive «devo fumare una canna» sull’autocertificazione: 18enne denunciato nel Napoletano
– C’è la quarantena, ma non per i sicari: 33enne ferito in un agguato nel Napoletano, caccia a 4 uomini 
– Lombardia, Fontana chiede al Governo se c’è conflitto con la sua ordinanza. Ma in Campania De Luca va dritto come un treno

mercoledì, 25 marzo 2020 - 08:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA