Napoli, tragedia sfiorata a Porta di Massa Operato il turista 17enne colpito alla testa da una struttura in ferro, c’è l’inchiesta

Procura di Napoli (foto Kontrolab)

Poteva morire come accadde al 14enne Salvatore Giordano. Poteva morire a causa del crollo improvviso di una struttura in ferro all’angolo tra via Porta di Massa e il corso Umberto, nella zona universitaria mentre lui, 17 anni, si trovava in strada. Nella giornata di ieri, a Napoli, si è evitata una nuova tragedia. Un giovanissimo turista tedesco è ora ricoverato in ospedale, sotto osservazione ma sta bene. I medici l’hanno dovuto sottoporre a un delicato intervenuto chirurgico perché quella struttura in ferro, un drago alato probabilmente risalite agli anni Venti, gli è piombata in testa procurandogli una frattura al cranio: l’intervento è stato necessario per svuotare l’ematoma epidurale. La procura della Repubblica di Napoli ha già aperto un fascicolo di inchiesta: le indagini si concentreranno sui proprietari della struttura in ghisa che è venuta giù dall’ex palazzo pubblico del Risanamento.

Una storia che, inevitabilmente, riporta alla memoria quanto accaduto su via Toledo a Salvatore Giordano, il 14enne di Marano che morì 4 giorni dopo essere stato colpito dai calcinacci staccatisi da uno dei palazzi della Galleria Umberto I (quello che affaccia su via Toledo) mentre il ragazzino stava passeggiando in compagnia di amici. Per la morte di Salvatore Giordano è attualmente in corso un processo incardinato a Napoli. 

Ieri il destino del turista di 17 anni si è incrociato con la storia di una donna africana incinta: la signora si trovava a piazza Garibaldi quando improvvisamente le si sono rotte le acque. Immediatamente è partita la richiesta di aiuto al 118, ma in quei minuti il giovane turista è rimasto schiacciato. I medici del 118 a quel punto, valutata la gravità delle segnalazioni, si sono diretti verso la zona di Porta di Massa. Nel frattempo parte un’altra ambulanza dall’Ascalesi per raggiungere la donna, arrivano anche i carabinieri. Grazie all’aiuto del 118, la donna partorisce nel bar dove le era stato prestato soccorso.

Leggi anche:
– 
Notre-Dame, cosa resta dopo l’incendio. Secondo gli esperti la Cattedrale risorgerà tra venti-trent’anni
– Napoletano ucciso a Città del Messico, ‘sbloccata’ la salma: oggi i funerali
di Salvatore De Stefano
– Presidente di Napoli Sotterranea in aula: non ho abusato della guida che mi accusa
– Notre-Dame, crollano il tetto e la guglia. Il portavoce della Cattedrale: «Non rimarrà più nulla, sta per bruciare tutto»
Maxi-blitz antidroga nel Salernitano, gruppi storicamente rivali uniti nella gestione: arrestate 37 persone
– Palermo, maxi-truffa alle assicurazioni: la gang spaccava le ossa alle false vittime
Le urla di un uomo: «Mi state uccidendo»
– Incidente mortale nel Salernitano, donna assiste alla scena e muore per un malore Si aggrava il bilancio: 2 vittime e 5 feriti

martedì, 16 aprile 2019 - 12:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA