Camorra, estorsione e stupefacenti per il clan Fabbrocino: condannate 10 persone, ci sono anche Maturo e Bifulco

Tribunale

Il gip di Napoli Saverio Vertuccio ha condannato a pene variabili tra 12 anni e 4 mesi e 8 mesi e 10 giorni di reclusione, dieci persone, tra cui figurano Francesco Maturo, ritenuto reggente del clan vesuviano dei Fabbrocino (11 anni e 4 mesi) e Valerio Bifulco, ritenuto l’intermediario e l’uomo di fiducia negli affari dei Fabbrocino. Complessivamente i giudice ha comminato anche multe per oltre 366mila euro.

La pena e la multa più pesante è stata inflitta proprio a Bifulco, soprannominato “Vallanzasca”: 12 anni e 4 mesi e 120mila euro. Ad arrestare le persone condannate oggi (Valerio Bifulco, Salvatore Esposito, Antonio Federico, Raffaele Nappo, Giovani De Liso, Francesco Tagliaferro, Aniello Cardo, Francesco Ranieri, Francesco Maturo, Carmine Amoruso) sono stati i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna.

L’attività investigativa di approfondimento eseguita dai militari dopo la cattura di Maturo consentirono di scoprire una serie di estorsioni nei confronti di alcuni imprenditori vesuviani e anche che alcuni degli indagati spacciavano sostanze stupefacenti nei comuni della zona ritenuti sotto il controllo criminale dei Fabbrocino.

Leggi anche:
– Bufera sui magistrati, è tutti contro tutti Tre consiglieri del Csm in quota Mi contro Anm: «Richiesta di dimissioni infondata»
– Antonio Giglio, il bimbo volato giù da un palazzo al Parco Verde come Fortuna Loffredo: imputazione coatta per la madre
Bambini maltrattati in un asilo, insegnanti ai domiciliari nell’Avellinese: c’è anche un’accusa di violenza sessuale
Noa e la falsa notizia dell’eutanasia: la 17enne si è lasciata morire in casa di fame e di sete. Cappato: «Ora smentite e scuse»
– Bufera sui magistrati, il premier Conte censura la contiguità con la politica
De Magistris: «Uno schifo già visto»
– Circumvesuviana, è ancora sciopero: disposto un blocco delle corse per 4 ore per la giornata di giovedì 6 giugno

mercoledì, 5 Giugno 2019 - 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA