Condannato per gli scontri al G8 di Genova, la Francia libera Vincenzo Vecchi

Rennes
L'uomo era stato arrestato nell'agosto scorso

Irregolarità nel mandato d’arresto europeo relativo alla condanna. Con questa motivazione la Corte d’Appello di Rennes ha rimesso in libertà il no-global italiano, Vincenzo Vecchi, 46 anni, arrestato ad agosto scorso nell’ovest della Francia dove viveva nascosto da diversi anni. L’Italia ne aveva richiesto l’estradizione.

Il 46enne era stato condannato con sentenza resa definitiva dalla Corte di Cassazione il 13 luglio 2012, alla pena di 11 anni e 6 mesi per le violenze verificatesi durante il G8 di Genova. Aveva inoltre riportato una condanna a 4 anni di reclusione per alcuni scontri che hanno avuto luogo in occasione di una manifestazione antifascista a Milano nel marzo del 2006.

Il 23 agosto scorso la Corte di Appello di Rennes non aveva concesso l’immediata estradizione di Vecchi, chiedendo alle autorità italiane di fornire, appunto entro il 10 ottobre, un supplemento di informazioni relativo ai due mandati di arresto europei che erano stati emanati nei confronti di Vecchi. Il 27 settembre scorso la Corte d’appello di Rennes aveva respinto la richiesta di scarcerazione che era stata presentata dall’italiano. Gli avvocati di Vecchi, che avevano presentato la richiesta di rilascio lo scorso 22 agosto, chiedevano che fossero concessi gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Leggi anche:
– Tamponamento a catena sull’autostrada Caserta-Salerno, morte madre e figlia
– Fermato dai carabinieri mentre viaggia su uno scooter carico di marijuana: 27enne arrestato a Torre del Greco
– Il centro storico di Venezia è allagato, cittadini e turisti chiusi in albergo ma la marea si è fermata a 154 centimetri
Una tonnellata di shopper non a norma e pericolose per l’ambiente sequestrata dai carabinieri forestali in Campania
– 
Giudice minacciata in udienza a Nola, il presidente dell’Ordine Visone: «Rafforzare la sicurezza nelle aule di tribunale»
Battesimo di fuoco per De Majo, nel tritacarne per i post su Israele. Lei si difende: «Squadrismo contro di me»
L’ex eurodeputata di Forza Italia Lara Comi agli arresti domiciliari per presunte tangenti Inchiesta sulle Universiadi, avviso di garanzia recapitato al vicepresidente della Giunta regionale Bonavitacola
Troupe del programma ‘Non è l’arena’ aggredita mentre tentava di intervistare il cantante neomelodico Tony Colombo
– Dopo la voragine prima notte in brandina per gli sfollati dei Ponti Rossi, lavori anche di notte per risolvere l’emergenza
Imprenditore malato terminale ha debiti che vorrebbe saldare ma la Prefettura da 15 anni non gli paga i crediti
– Apocalisse a Venezia: acqua dai water e dalle prese di corrente, hotel come il Titanic. Le banche tendono una mano
– Procura di Salerno, la nomina di Borrelli diventa un caso: il plenum del Csm azzera ogni decisione e rimanda gli atti indietro

venerdì, 15 novembre 2019 - 14:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA