Siena, docente esalta Hitler su Twitter: l’Ateneo presenta un esposto in procura, avviato procedimento disciplinare

Università di Siena

Un esposto alla procura della Repubblica e l’apertura di un ‘procedimento disciplinare’ interno all’università di Siena per l’adozione «di provvedimenti adeguati alla gravità del caso». Il docente di Filosofia del Diritto e filosofia politica Emanuele Castrucci finisce nell’occhio del ciclone per una serie di post antisemiti e a favore di di Adolf Hitler sul suo profilo Twitter. Il rettore dell’Ateneo Francesco Frati, dopo avere provato a sminuire la valenza dei post (venendo a sua volta bersagliato), ha dato mandato agli uffici di «attivare provvedimenti adeguati alla gravità del caso» nei confronti di Castrucci. «Il rettore – si legge in una nota dell’Ateneo – personalmente e in nome e per conto dell’università di Siena, condanna con fermezza tali contenuti». «L’Ateneo che ho l’onore di rappresentare», dichiara Frati, «si è sempre caratterizzato per il forte impegno anti-fascista e combatte con forza tesi revisioniste neonaziste e ogni forma discriminatoria nei confronti di qualsiasi popolo. Le vergognose esternazioni del professor Castrucci offendono la sensibilità dell’intero Ateneo».

Nel pomeriggio l’università di Siena presenterà un esposto alla procura della Repubblica contro Castrucci: «Di questo esposto ho già preavvisato il procuratore Salvatore Vitello per segnalare questo caso», aggiunge Frati.

Ma cosa ha scritto Castrucci su Twitter? In uno degli ultimi post c’è una foto di Hitler con il suo pastore tedesco Blondi e la scritta: «Vi hanno detto che sono stato un mostro per non farvi sapere che ho combattuto contro i veri mostri che oggi vi governano dominando il mondo». Il post è stato immediatamente subissato da commenti di contestazioni, ai quali Castrucci ha risposto: «I gentili contestatori del mio tweet non hanno compreso una cosa fondamentale: che Hitler, anche se non era certamente un santo, in quel momento difendeva l’intera civiltà europea». Castrucci dal canto suo ha scomodato la «libertà di pensiero» e ha spiegato che quanto scritto su Twitter sono «opinioni del tutto personali», espresse «fuori dall’attività di insegnamento».

tweet Castrucci

Le reazioni al tweet del professore

Sulla questione è intervenuta anche la vicepresidente della Regione Toscana, Monica Barni. «E’ bene che chi ha il potere di allontanarlo dall’Università lo faccia e al più presto» afferma in una nota la Barni. «Troppe persone – afferma Barni – non hanno ancora capito che l’apologia del fascismo è un reato. E chi riveste un ruolo pubblico commettendo questo reato ha la colpa anche di infangare l’istituzione a cui appartiene. E’ quindi necessario «ed importante che i comportamenti esecrabili del signor Emanuele Castrucci, fino ad oggi insegnante di filosofia del diritto e filosofia politica pubblica all’università di Siena, vengano adeguatamente condannati». «Nel 2019 – prosegue – non è possibile assistere senza far niente alla promozione impunita di contenuti nazisti e fascisti. Questo professore non può più insegnare ai nostri giovani».

Con la vicepresidente della Toscana concorda anche il M5S che in una nota afferma: «Le dichiarazioni via social del professore dell’università di Siena Castrucci sono gravi ed inaccettabili. Il nazismo non è una opinione e chi si esprime in quel modo non può insegnare alcunché a nessuno, tanto più essere docente di un ateneo. Auspichiamo un celere provvedimento che impedisca a chi propugna simili idee di continuare a ricoprire quella cattedra».

Leggi anche:
– Forti alluvioni in Francia, precipita elicottero di soccorritori: 3 morti. Salgono a 5 i deceduti per il maltempo
– Quattro milioni di litri di carburante venduti ‘in nero’, arrestate 16 persone
– Conferenza per l’ambiente a Napoli: scontri tra forze dell’ordine ed attivisti di Fridays for future a Castel dell’Ovo
– Parcheggiatore abusivo accoltellato in corso Garibaldi, alla polizia ha raccontato di avere reagito ad un tentativo di rapina 
– Fiamme in una società di gestione rifiuti di Pascarola, interdittiva per il legale rappresentante: il rogo fu colposo 
– Spari contro un’auto ai Quartieri Spagnoli, bersaglio dell’intimidazione è un 62enne dipendente dell’Asìa 
– Fondo salva Stati, intesa dopo vertice notturno a Palazzo Chigi: decisione solo dopo la risoluzione delle Camere 
– Uccide il marito dandogli fuoco, il gip convalida il fermo: disposto il carcere, la donna è rimasta ustionata nel rogo
– Il compagno l’aggedisce, lei fugge scalza in caserma e denuncia: arrestato 35enne
– Operazione ‘Buche d’Oro’, 9 arresti per corruzione nei lavori di manutenzione sulle strade Anas di Catania

lunedì, 2 dicembre 2019 - 15:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA