Quattro milioni di litri di carburante venduti ‘in nero’, arrestate 16 persone

Guardia di finanza
La guardia di finanza (foto Kontrolab)

Avrebbero immesso nel territorio nazionale oltre 4 milioni di litri di carburante evadendo le imposte per oltre un milione di euro. Per questo il comando provinciale della guardia di finanza di Roma, coordinati dalla direzione distrettuale antimafia ha proceduto all’applicazione di 16 ordinanze di custodia cautelare (14 in carcere e 2 ai domiciliari) nei confronti degli appartenenti a un banda accusata, a vario titolo, di associazione per delinquere, contrabbando di prodotti petroliferi, ricettazione e autoriciclaggio.

Notificati anche provvedimenti di sospensione della licenza di deposito autorizzato per sedici società coinvolte nel traffico illecito. A capo dell’organizzazione un 45enne napoletano. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, coordinati dal procuratore Michele Prestipino, il prodotto petrolifero di contrabbando partiva dalla Slovenia e dalla Polonia all’interno di autobotti scortate da false lettere che attestavano il trasporto di olio lubrificante o di altra merce non soggetta ad accisa, così da eludere eventuali controlli su strada.

Giunti in Italia i carichi di gasolio venivano convogliati in luoghi di stoccaggio nella disponibilità del gruppo criminale (a Fiano Romano, via della Magliana e via della Tenuta di Santa Cecilia), per essere travasati in altre autocisterne che, munite di nuovi documenti di accompagnamento creati ad hoc, arrivavano in due depositi commerciali (a Pomezia e Formello), individuati quale base logistica del gruppo. Qui il prodotto restava il tempo necessario per essere dirottato, “in nero”, ai distributori compiacenti la vendita al dettaglio.

Leggi anche:
– Conferenza per l’ambiente a Napoli: scontri tra forze dell’ordine ed attivisti di Fridays for future a Castel dell’Ovo
– Parcheggiatore abusivo accoltellato in corso Garibaldi, alla polizia ha raccontato di avere reagito ad un tentativo di rapina 
– Fiamme in una società di gestione rifiuti di Pascarola, interdittiva per il legale rappresentante: il rogo fu colposo 
– Spari contro un’auto ai Quartieri Spagnoli, bersaglio dell’intimidazione è un 62enne dipendente dell’Asìa 
– Fondo salva Stati, intesa dopo vertice notturno a Palazzo Chigi: decisione solo dopo la risoluzione delle Camere 
– Uccide il marito dandogli fuoco, il gip convalida il fermo: disposto il carcere, la donna è rimasta ustionata nel rogo
– Il compagno l’aggedisce, lei fugge scalza in caserma e denuncia: arrestato 35enne
– Operazione ‘Buche d’Oro’, 9 arresti per corruzione nei lavori di manutenzione sulle strade Anas di Catania
– Londra, l’aggressore già condannato per terrorismo: era in libertà vigilata
– L’Aja come Londra: passanti accoltellati nelle vie delle shopping, 3 feriti
– Paura a Londra, attentatore accoltella i passanti sul London Bridge: la polizia gli spara e lo uccide, tre morti
– La mamma scappa in Africa con la figlia, il papà: «Aiutatemi a riabbracciare Layla». Sporta denuncia ai carabinieri di Portici
– Maltrattamenti sui bambini, tre insegnanti ai domiciliari: tra di loro anche una suora
– Omicidio Sacchi, nello zaino di Anastasia c’erano 70mila euro: compravendita di 15 chili di marijuana, nubi sul ruolo di Luca
– Litiga con la moglie e la uccide colpendola con una pietra: arrestato un 67enne
– Da Amsterdam con un chilo di stupefacenti: la finanza arresta un ‘corriere’ americano a Capodichino
– Prova a sfuggire alla polizia ma viene bloccato: in auto aveva quasi 2 chili di droga
– Due cadaveri ritrovati a chilometri di distanza nel Bresciano, per gli inquirenti si tratta di omicidio-suicidio
– Riforma prescrizione, il pm Maresca la boccia: «Creerà ingorghi in Corte d’Appello ed eterni giudicabili»

 

lunedì, 2 dicembre 2019 - 13:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA