Nella Napoli delle ‘sardine’ e del ‘no’ all’odio spunta una svastica: l’immagine su una panchina in piazza Municipio

svastica napoli
La svastica disegnata su una panchina in marmo in piazza Municipio a Napoli (Foto Kontrolab)

Nella Napoli delle 10mila ‘sardine’ che invadono piazza Dante e cantano contro l’odio sulle note di ‘Bella Ciao’, spunta una svastica. Il disegno della ‘croce uncinata’, divenuta il fulcro della bandiera nazista, è stato realizzato, in rosso, su una delle panchine in marmo in piazza Municipio, a pochi passi da Palazzo San Giacomo (sede del Comune) e qualche centinaio di metri dal Maschio Angioino. La foto è stata scattata dall’agenzia fotografica ‘Kontrolab Italy’. 

L’immagine stride, e non poco, con gli scatti di una piazza Dante gremita (la manifestazione si è tenuta sabato sera). Una piazza che ha entusiasmato il governatore Vincenzo De Luca, che ha definito quello delle ‘sardine’ «un movimento positivo e fresco», e pure il suo rivale politico Luigi de Magistris, sindaco di Napoli. «Belle queste manifestazioni, queste piazze che si riempiono in modo spontaneo con voglia di esserci, di partecipare contro chi alimenta rancore nel nostro Paese», ha commentato il primo cittadino. Non resta che augurarsi che il disegno venga cancellato quanto prima.

Leggi anche:
– 
Prescrizione, Pd e Iv salvano Bonafede: respinto l’esame della proposta di legge Costa, i renziani come Ponzio Pilato
– Venezia, prova generale per il Mose: test riuscito alla bocca di porto di Malamocco | Video
– Abusivismo, le ruspe abattono villetta per le vacanze in area protetta a Mondragone
– Test d’accesso a Medicina del 2015, il Tar del Lazio annulla la graduatoria ed ammette i ricorrenti ai corsi di laurea
– Tratta e rapine: arresti della mafia nigeriana, sgominati due clan in Italia ed all’estero 
– Drammatico incidente nel Napoletano: 15enne si mette alla guida della Smart del padre, sbanda e muore 
– Elezioni regionali in Campania, il centrodestra cerca il suo ‘Maradona’ e non per tutti si tratta Stefano Caldoro 
– «Regalo di Pasqua» sotto forma di pizzo per il clan, arrestato un 31enne: decisiva la denuncia di un negoziante 
–  Condanna espiata, Dell’Utri libero: restano aperti i processi libri antichi spariti dai Girolamini e sulla trattativa Stato-mafia 
– Pizzaiolo massacrato di botte e ucciso, imputato condannato a 23 anni
– Permessi premio a chi si macchia di reati gravi, la duplice lezione dopo l’attacco al London Bridge
– Prescrizione, l’Anm appoggia Bonafede: penalisti lasciati soli, da oggi sciopero e maratona oratoria davanti alla Cassazione

martedì, 3 dicembre 2019 - 16:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA