Terrorismo, per i pm indottrinava i bambini al martirio: inflitti 5 anni al presidente di un’associazione culturale islamica

Tribunale aula

Cinque anni di reclusione per reati di terrorismo internazionale e apologia di terrorismo per aver indottrinato al martirio una decina di bambini durante lezioni di religione. E’ la condanna stabilita nella giornata di oggi dai giudici della Corte d’Assise di Foggia nei confronti del 60enne di origini egiziane Mohy Eldin Mostafa Omer Abdel Rahman, presidente dell’associazione culturale islamica «Al Dawa» di Foggia.

Abdel Rahman, attualmente detenuto in carcere, era stato arrestato nel marzo 2018 nell’ambito dell’inchiesta avviata nel luglio 2017 con l’arresto del militante ceceno dell’Isis Eli Bombataliev, appartenente al gruppo terroristico ‘Emirato del Caucasò, ospitato a lungo nei locali dell’associazione foggiana e condannato nei mesi scorsi in appello a 5 anni di reclusione. Digos e Guardia di Finanza hanno monitorato, soprattutto attraverso internet e poi anche con intercettazioni ambientali, i contatti fra di loro e i documenti che venivano condivisi in rete tramite Whatsapp e Twitter, arrivando a scoprire l’attività di propaganda jihadista e indottrinamento al martirio fatto nei confronti di adulti e bambini.

Durante le «lezioni di religione islamica» l’imputato avrebbe mostrato per mesi a un gruppo di minorenni tra i 4 e i 10 anni immagini di teste sgozzate, racconti di odio e violenza, istruzioni per fabbricare armi e bombe. Agli atti della magistratura barese ci sono anche video con le istruzioni per costruire armi e bombe, scene di uomini sgozzati da bambini, minori che imbracciano fucili e altri documenti nei quali si parla «dell’obbligo di distruggere le chiese e trasformarle in moschee, individuando l’Italia come obiettivo dell’attività terroristica».

Leggi anche:
– 
Milano, scontro filobus-camion rifiuti: indagati i conducenti dei mezzi, verifiche sul cellulare dell’autista Atm
– Cafiero de Raho: «Le mafie sparirebbero senza contante. Ma in Italia non si vuole eliminare l’evasione»
– Accusato di avere tentato di truffare il Fondo per le vittime di usura ed estorsione, ristoratore a processo
– Spara al cugino per una questione di eredità: 30enne arrestato nel Napoletano
– Azienda per il recupero di carta e imballaggi stoccava rifiuti speciali a Volla Sequestrati beni per oltre un milione
– ArcelorMittal, Conte propone l’ingresso di «aziende a partecipazione pubblica»
– Abusò della cugina dopo una serata in discoteca, 27enne in carcere: dovrà scontare 4 anni di reclusione
– Uccide la moglie malata e si toglie la vita, omicidio-suicidio in centro a La Spezia
– Bus dirottato con 50 bambini a bordo, l’imputato: «Non sono un terrorista. Accuso Salvini di crimini contro l’umanità»
– Rifiuti, il governatore De Luca: «Campania autonoma nel giro di un anno e mezzo»
– Napoli, spari tra la folla al Vasto: ferito un extracomunitario, caccia a 2 persone
– Tony Colombo interrompe il concerto nella notte dei falò Castellammare: mancavano le autorizzazioni

lunedì, 9 dicembre 2019 - 20:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA