Sequestrate 12mila tonnellate di rifiuti speciali abbandonati: 17 misure cautelari

Guardia di Finanza

Un ingente traffico illecito di rifiuti (indumenti usati, accessori per abbigliamento, pezzami da lavorazione e scarti tessili) è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Napoli che oggi ha notificato 17 misure cautelari e sequestrato ben 12mila tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi. L’operazione è stata coordinata dalla DDA di Napoli.

L’indagine dei finanzieri di Torre Annunziata è scattata dopo il sequestro a Pompei nel gennaio 2018, di 13 capannoni nei quali erano illecitamente ammassate 6 mila tonnellate di rifiuti speciali. Il capo della banda di trafficanti di rifiuti, F. N., di 51 anni il prossimo settembre, ha tentato la fuga ma è stato catturato. Undici componenti la banda sono stati messi ai domiciliari e per altri 6 è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. La misura cautelare emessa nei confronti di un 79enne, non è stata notificata in quanto l’indagato è deceduto lo scorso 21 aprile.

Le oltre 12 mila tonnellate di rifiuti speciali di cui i finanzieri sono riusciti a ricostruire il trasporto venivano stoccate illecitamente, anche grazie al fattivo coinvolgimento di taluni autotrasportatori, in enormi capannoni, ubicati nei comuni di Napoli, Melito di Napoli, Boscotrecase, Terzigno, Pompei e Castellammare di Stabia, presi in affitto da ignari proprietari, ai quali il sodalizio talvolta non corrispondeva neppure il pattuito canone di locazione, e che, una volta completamente riempiti, venivano abbandonati, con il concreto rischio di cagionare un disastro ambientale di vaste proporzioni, oltre che provocare allarme sociale e attentare alla salute dei cittadini.

Sono in corso numerose perquisizioni nei confronti degli indagati e sequestri di ulteriori depositi utilizzati per accatastare e lasciare in stato di totale abbandono i rifiuti speciali creando delle vere e proprie bombe ecologiche.

Leggi anche:
Scuola, il ministro Azzolina: «Garantiremo l’immissione in ruolo di 78mila docenti»
– 
Ponte Morandi, la gestione spetta ad Autostrade ma si tornerà a parlare di revoca. Toti: «Governo minacciato»
– 
Torre Annunziata, controlli dei carabinieri nel centro storico: trovate e armi e droga. Scoperti allacci abusivi
– 
Roma, caso Vannini: al via il processo d’appello bis per la morte del 20enne
Malore in montagna, grave il procuratore di Modena Giovagnoli: guidò le indagini sulla morte di Marco Biagi

 

mercoledì, 8 luglio 2020 - 14:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA