La giustizia cade a pezzi, Bonafede dispone verifiche sul cedimento a Catania. Salvini twitta le foto: «Ministro dove sei?»

Giulia Bongiorno ferita in Tribunale a Catania da una lastra di marmo

Quando la serata volge ormai al termine, dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede non arriva neanche un post. Eppure l’immagine rimbalzata questa mattina dal Tribunale di Catania è di quelle che non può lasciare indifferenti. Una lastra di marmo si è staccata dalla parte bassa di un muro, all’interno del Tribunale di Catania, ed ha colpito al piede l’avvocato Giulia Bongiorno, che si trovava lì perché impegnata quale difensore dell’imputato eccellente Matteo Salvini all’udienza preliminare sul caso Gregoretti.

Il Guardasigilli ha scelto di non rispondere al richiamo, forte e anche provocatorio, di Matteo Salvini, limitandosi a disporre accertamenti per verificare le cause dell’incidente. Già lunedì sarà consegnata una relazione completa. Da un primo sopralluogo effettuato da un ingegnere della Corte d’Appello, sembra che la lastra si sia staccata per un «improvviso cedimento del collante». Disposto un sopralluogo su tutte le aule.

Leggi anche / Caso Gregoretti, il gup convoca Conte e 4 ministri (due ex): Salvini gongola. Incidente in aula per l’avvocato Bongiorno

Salvini, intanto, ne approfitta per pungolare Bonafede, con il quale non corre buon sangue già dai tempi dell’elaborazione della riforma del processo penale ai tempi del governo giallo verde (quella riforma attende ancora oggi di essere varata). «Questo è il tribunale di Catania, con lastre di marmo da 100 chili che si staccano dalle pareti e feriscono chi ci lavora (oggi è toccato alla bravissima Giulia Bongiorno, che è entrata con le sue gambe ed è uscita in sedia a rotelle. Bonafede, dove sei?!?», ha twittato Salvini.

Leggi anche:
– Contrabbandiere con reddito di cittadinanza, 55enne arrestato: sequestrati 190 chili di sigarette
– Caso Gregoretti, il gup convoca Conte e 4 ministri (due ex): Salvini gongola. Incidente in aula per l’avvocato Bongiorno
– Ischia, violenza sessuale su una minorenne: fermati due giovani, uno ha 14 anni
– Roma, 28enne aggredito e picchiato da 2 fratelli perché non li invita a una festa
– Covid-19, figlio di un positivo utilizza scuolabus comunale: primo cittadino chiude tutte le scuole di Atena Lucana
– Ercolano, mancano i banchi monoposto: classe a lezione solo con le sedie. Il dirigente: «Disagio terminerà presto»

sabato, 3 Ottobre 2020 - 19:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA