Nel Casertano, maestra picchiava e legava gli alunni con lo scotch: condannata

Tribunale Santa Maria Capua Vetere
L'indagine diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Il Giudice Monocratico del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) ha emesso la sentenza  di condanna a un anno e tre mesi pena sospesa nei confronti di una maestra dell’istituto comprensivo “Ugo Foscolo” di Cancello ed Arnone è stato contestato di avere maltrattato gli alunni della scuola per l’Infanzia.

I bambini, per punizione, venivano costretti a stare faccia a muro, venivano violentemente colpiti con schiaffi e venivano anche legati alle sedie con dello scotch da imballaggio, con il quale veniva anche tappata loro la bocca. I fatti si verificarono fino al 30 marzo 2012, data nella quale la maestra venne allontanata dalla scuola. La maestra è stata inoltre condannata al pagamento del risarcimento del danno, che è stato determinato dal giudice in euro 3.000,00 per ogni bambino (difesi dall’avv. Luigi Corsiero).

Leggi anche:
Corruzione: soldi, assunzioni e lavori edili Indagati rilasciavano ricevute per ‘regalie’ Dodici arresti nel Salernitano
– Appalti e corruzione elettorale, arrestati sindaco e assessori nel Milanese
– Emergenza Carceri, la denuncia di Antigone: «Sovraffollamento al 120%, a Napoli circa 1100 detenuti in più»
– Corruzione: indagati ex sindaco ed ex giunta nel Salernitano, 12 arresti
– Camorra, annullata dal Riesame l’ordinanza che impedì il ritorno in libertà del boss Rullo per decorrenza termini
– Uccisi perché il boss non voleva saldare un debito di gioco, il pm chiede l’ergastolo per Eugenio D’Atri
Napoli, ucciso e sepolto dagli amici: sconto di pena al baby boss Formicola e al cugino, ergastolo cancellato in Appello
– Pubblica amministrazione, si cambia Bongiorno: «Corso universitario per ingresso diretto, stop migrazioni»

giovedì, 16 maggio 2019 - 18:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA