Nel Casertano, maestra picchiava e legava gli alunni con lo scotch: condannata

Tribunale Santa Maria Capua Vetere

Il Giudice Monocratico del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) ha emesso la sentenza  di condanna a un anno e tre mesi pena sospesa nei confronti di una maestra dell’istituto comprensivo “Ugo Foscolo” di Cancello ed Arnone è stato contestato di avere maltrattato gli alunni della scuola per l’Infanzia.

I bambini, per punizione, venivano costretti a stare faccia a muro, venivano violentemente colpiti con schiaffi e venivano anche legati alle sedie con dello scotch da imballaggio, con il quale veniva anche tappata loro la bocca. I fatti si verificarono fino al 30 marzo 2012, data nella quale la maestra venne allontanata dalla scuola. La maestra è stata inoltre condannata al pagamento del risarcimento del danno, che è stato determinato dal giudice in euro 3.000,00 per ogni bambino (difesi dall’avv. Luigi Corsiero).

Leggi anche:
Corruzione: soldi, assunzioni e lavori edili Indagati rilasciavano ricevute per ‘regalie’ Dodici arresti nel Salernitano
– Appalti e corruzione elettorale, arrestati sindaco e assessori nel Milanese
– Emergenza Carceri, la denuncia di Antigone: «Sovraffollamento al 120%, a Napoli circa 1100 detenuti in più»
– Corruzione: indagati ex sindaco ed ex giunta nel Salernitano, 12 arresti
– Camorra, annullata dal Riesame l’ordinanza che impedì il ritorno in libertà del boss Rullo per decorrenza termini
– Uccisi perché il boss non voleva saldare un debito di gioco, il pm chiede l’ergastolo per Eugenio D’Atri
Napoli, ucciso e sepolto dagli amici: sconto di pena al baby boss Formicola e al cugino, ergastolo cancellato in Appello
– Pubblica amministrazione, si cambia Bongiorno: «Corso universitario per ingresso diretto, stop migrazioni»

giovedì, 16 maggio 2019 - 18:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA