Spari in ospedale, arrestato il padre del medico aggredito a Cava de’ Tirreni

carabinieri

E’ stato arrestato il padre del medico aggredito ieri sera all’esterno dell’ospedale di Cava de’ Tirreni. L’uomo che ieri ha esploso due colpi di arma da fuoco in seguito ad una lite in corsia è stato fermato dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore perché ritenuto responsabile di porto abusivo di arma comune da sparo e lesioni personali aggravate.

Denunciato, invece, per lesioni personali aggravate il figlio dell’uomo ferito, protagonista della seconda colluttazione nel corso della quale è stato ferito da un colpo di pistola anche il padre del medico che aveva fatto fuoco in precedenza.

I militari, guidati dal colonnello Rosario Di Gangi, sono riusciti a ricostruire la dinamica di un pomeriggio di assoluta follia. Il padre del medico ha raggiunto l’ospedale di Cava de’ Tirreni in seguito a un’aggressione subita dal figlio a seguito della pretesa di un uomo di restare in corsia ad assistere agli accertamenti cui era sottoposto un parente.

 

 Leggi anche

Arriva il Fondo Salva Casa per aiutare le famiglie che rischiano di perderla

Minacce di morte al figlio per cedere l’autorimessa, incubo finisce con due arresti

-Il pm Vincenzo D’Onofrio nel mirino della camorra irpina

-Tangenziale di Napoli, ecco tutti i percorsi alternativi per evitare la paralisi

-Terrore nella notte a Napoli per un incendio in piazza Mercato 

Intesa sulla Manovra: carcere per evasori, slitta limite contante
– Mediaworld lo licenzia per il reclamo di un cliente, il tribunale reintegra il dipendente e dispone il risarcimento
– Whirlpool Napoli, i sindacati scendono in piazza: proclamato uno sciopero generale dell’industria e del terziario
– Uccide ex agente di polizia per gelosia, 54enne confessa in provincia di Catanzaro
– Finti avvocati per truffare anziani, due persone in manette nel Napoletano
– «Ucciso perché lasciò la sua amante», chieste quattro condanne: ergastolo per la donna dalla quale si era separato

martedì, 22 ottobre 2019 - 11:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA