Caserta, secondo raid in un ufficio postale: ‘colpo’ fallito in località Staturano

Carabinieri
I militari dell'Arma (foto Kontrolab)

Colpo fallito all’ufficio postale della località Staturano di Caserta. E’ il secondo raid questa mattina nel capoluogo, dopo la rapina consumata all’ufficio di corso Giannone, in pieno centro, dove i banditi hanno praticato un buco nel pavimento tramite le fogne portandosi via i soldi, appena arrivati, delle pensioni.

A Staturano, località ubicata nella zona collinare di Caserta, i malviventi – probabilmente due – sono entrati invece in azione verso le 11.30, e hanno cercato di fare irruzione forzando la grata di una finestra, ma il colpo non è riuscito grazie alla prontezza del direttore. Anche per questo episodio indagano i carabinieri. Tra i due fatti non dovrebbero esservi collegamenti, essendo diverso il modus operandi, ma si indaga comunque per accertare un eventuale legame.

Leggi anche:
– Forti alluvioni in Francia, precipita elicottero di soccorritori: 3 morti. Salgono a 5 i deceduti per il maltempo
– Quattro milioni di litri di carburante venduti ‘in nero’, arrestate 16 persone
– Conferenza per l’ambiente a Napoli: scontri tra forze dell’ordine ed attivisti di Fridays for future a Castel dell’Ovo
– Parcheggiatore abusivo accoltellato in corso Garibaldi, alla polizia ha raccontato di avere reagito ad un tentativo di rapina 
– Fiamme in una società di gestione rifiuti di Pascarola, interdittiva per il legale rappresentante: il rogo fu colposo 
– Spari contro un’auto ai Quartieri Spagnoli, bersaglio dell’intimidazione è un 62enne dipendente dell’Asìa 
– Fondo salva Stati, intesa dopo vertice notturno a Palazzo Chigi: decisione solo dopo la risoluzione delle Camere 
– Uccide il marito dandogli fuoco, il gip convalida il fermo: disposto il carcere, la donna è rimasta ustionata nel rogo
– Il compagno l’aggedisce, lei fugge scalza in caserma e denuncia: arrestato 35enne
– Operazione ‘Buche d’Oro’, 9 arresti per corruzione nei lavori di manutenzione sulle strade Anas di Catania

lunedì, 2 dicembre 2019 - 14:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA