Negozio, cedolare secca addio: dal 2020 affitti più cari, insorge Confedilizia. Salvini: «Governo tutto tasse»

Giorgio Spaziani Testa
Il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa

Nulla di fatto. La proroga per la cedolare secca al 21% sugli affitti dei negozi non ci sarà. Diversi partiti avevano avanzato proposte per la conferma della norma introdotta lo scorso anno dal governo giallo-verde. Inevitabilmente s’è levato il coro delle proteste. Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia, ha manifestato il suo sconcerto ed ha parlato di più tasse sui negozi in affitto. «La cedolare secca era stata introdotta un anno fa con l’intento di limitare la gravissima crisi dei locali commerciali – ha spiegato Spaziani Testa – Era condivisa da tutte le forze politiche: l’hanno varata il Movimento 5 Stelle e la Lega con l’ultima manovra e per questa legge di bilancio vi erano emendamenti che ne prevedevano la conferma da parte dello stesso Movimento 5 Stelle, del Partito democratico e di Italia Viva, oltre che delle forze di opposizione (Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia). E’ una cosa sconcertante».

Spaziani Testa ha aggiunto che la norma era assolutamente necessaria e «talmente evidente che a richiederla erano state anche le associazioni dei commercianti, convinte anch’esse che l’eccesso di tassazione sui proprietari dei locali affittati ostacolasse l’apertura di nuove attività». «In assenza della cedolare, – ha aggiunto Spaziani Testa – che era stata prevista per i contratti stipulati nel 2019, il proprietario è infatti soggetto all’Irpef, all’addizionale regionale Irpef, all’addizionale comunale Irpef e all’imposta di registro, per un carico totale che può superare il 48 per cento del canone e al quale deve aggiungersi la patrimoniale Imu-Tasi, oltre alle spese di manutenzione dell’immobile e al rischio morosità». «Insomma, mentre ci si straccia le vesti per l’espansione di Amazon e per la moria di negozi, si elimina l’unica misura con la quale vi era speranza di rianimare un comparto in crisi, contribuendo anche a migliorare l’aspetto delle nostre città, combattendo degrado e insicurezza. Davvero incredibile», ha concluso Spaziani Testa.

Ha parlato di danno per i piccoli commercianti anche il leader della Lega, Matteo Salvini: «Annullata la cedolare secca per gli affitti dei negozi, altra mazzata ai danni dei commercianti. Governo tutto tasse, burocrazia e manette, vigliacchi». Mentre il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia) ha puntato i riflettori sulle conseguenze del mancato rinnovo. Per il senatore, il governo «ha deciso di dare il colpo di grazia ai centri storici delle nostre città». «La scelta di non rinnovare la proroga sulla cedolare secca per i negozi, accogliendo l’emendamento che avevo presentato in Commissione, rappresenta infatti un ulteriore, duro colpo per le attività commerciali» ha accusato Gasparri. «L’ennesima vergogna di un governo che si sta dimostrando nemico delle imprese, degli artigiani, dei negozianti e di tutto il settore produttivo italiano». «Se con le nuove tasse presenti nella manovra si rende infatti sempre più difficile portare avanti un’attività commerciale, con questa decisione si contribuisce negativamente anche allo spopolamento e impoverimento dei nostri centri storici» ha detto Gasparri.

Leggi anche:
– Terremoto nel Mugello, sale a 600 il numero delle persone sfollate
– Clan Moccia, l’affiliato stanco delle rapine punta agli omicidi per fare carriera: «Vuoi mettere? Così tengo il paese in mano»
– Nola, quindicenne accoltellato da una baby gang all’esterno del centro commerciale Vulcano Buono: è caccia agli assalitori
– I Roxette perdono la loro voce, a 61 anni Marie Fredriksson sconfitta dal tumore al cervello: era malata dal 2002 
– Deposito di ordigni scoperto in un garage a Pompei, era a rischio esplosione: 30enne arrestato dai carabinieri 
– Svaligiavano garage e cantine poi piazzavano la refurtiva nei mercatini: 2 indagati in provincia di Avellino 
Azienda isolata da trenta mesi per un cavalcavia sotto sequestro sulla A16, i dipendenti scrivono a Benetton 
– Bollette ‘pazze’, rimborsi e bonus danni per le vittime: approvato in Senato emendamento di Fdi alla Manovra 
– Clan Moccia, la black list dei commercianti ai quali imporre il pizzo: 18 arresti
– Ha villa a mare e reddito di cittadinanza, denunciato 58enne: è ritenuto vicino agli ambienti della ‘ndrangheta
– Camorra, scacco ai De Rosa: 16 arresti Ordigni esplosivi e minacce per piegare le vittime del racket | I nomi degli indagati
– Terrorismo, per i pm indottrinava i bambini al martirio: inflitti 5 anni al presidente di un’associazione culturale islamica

martedì, 10 dicembre 2019 - 18:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA