Milano, fa pedinare la sua ex da un investigatore privato: 50enne arrestato

La panchina rossa simbolo della lotta alla violenza contro le donne (foto Kontrolab)
di amministrazione

Un 50enne è stato arrestato dalla polizia a Milano con l’accusa di stalking per aver perseguitato, dopo aver violato anche un divieto di dimora nel capoluogo lombardo, la sua ex convivente alla quale lo stesso uomo ha riferito al telefono che aveva deciso di farla addirittura pedinare da un investigatore privato.

All’uomo, dopo altre denunce per atti persecutori nei confronti della stessa donna, era stato notificato lo scorso maggio, nell’ambito di un’indagine aperta dal pm Ilaria Perinu, un provvedimento di divieto di avvicinamento all’ex compagna, poi modificato nella misura di divieto di dimora. Malgrado ciò, è andato avanti ad importunare in ogni modo la donna, seguendola ovunque.

«Ho ingaggiato anche un investigatore privato», le ha detto al telefono e l’ex convivente lo trovava ovunque lei andasse. Anche ieri e’ stata pedinata, ha avvisato le forze dell’ordine e l’uomo è stato arrestato su disposizione del pm di turno Luigi Furno.

Leggi anche:
– 
Test di ingresso Medicina 2019, la carica dei candidati: 84mila domande in tutta Italia, 5mila domande alla Federico II
– Arrestato ingegnere che lavorò per Google e Uber. L’accusa: rubati segreti del colosso della Silicon Valley
– Governo, tempo scaduto per 5Stelle-Pd: poche ore per superare gli ultimi ostacoli Ultimatum Mattarella: accordo o voto
– Incidenti sul lavoro, a Cremona 45enne precipita dal tetto del capannone e muore. Bolzano, operaio cade dalla scala: è grave
– Casola, scoperta una piantagione di cannabis: distrutte 1536 piante | Video
– Ischia, fitto ai turisti senza regolare comunicazioni alle autorità: cinque denunce e controlli a tappeto
– Giocattoli non sicuri venduti nei negozi, sequestro a San Giorgio a Cremano e a Casoria: sotto chiave 2 milioni di prodotti
– Catturato il 32enne evaso dal carcere di Poggioreale, rintracciato dalla polizia: era al corso Garibaldi
– Incidente sul lavoro nell’Aquilano, 33enne muore durante dei lavori di manutenzione
– Navigator ‘fantasma’ della Campania, cominciato lo sciopero della fame: «Il presidente Mattarella ci aiuti»
– Napoli, prima rapinano due uomini e poi sparano contro la porta di una paninoteca
– Campania, sciopero della fame per i navigator ‘fantasma’: “De Luca calpesta i principi fondamentali della Costituzione”
– Cardito, bimbo ucciso di botte: a processo il patrigno, che lo massacrò, e la madre che rimase a guardare

mercoledì, 28 agosto 2019 - 13:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA