Pg Cassazione, il plenum del Csm incorona Giovanni Salvi: 12 voti a suo favore, battuti Riello e Matera


E’ Giovanni Salvi il nuovo procuratore generale della Cassazione. Lo ha deciso a maggioranza il plenum del Consiglio superiore della magistratura, presieduto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. Attualmente procuratore generale di Roma, Salvi aveva già concorso una volta per il prestigioso incarico venendo però battuto da Riccardo Fuzio. Ed è proprio a Fuzio che oggi Salvi succede.

Il posto di procuratore generale della Cassazione era rimasto vacante da luglio a seguito delle dimissioni che Fuzio aveva formalizzato subito dopo la sua iscrizione nel registro degli indagati nell’ambito dello scandalo che in primavera ha travolto il mondo delle toghe. Fuzio è accusato di rivelazione di segreto d’ufficio in favore di Palamara.

Salvi batte, dunque, gli altri due autorevoli candidati: il procuratore generale di Napoli Luigi Riello e l’avvocato generale della Cassazione Marcello Matera. I nomi dei tre ‘finalisti’ erano stati indicati dalla quinta Commissione: qui Salvi aveva riscosso 3 preferenze, contro le due di Riello e l’unica di Matera. Nella votazione di oggi Salvi ha ottenuto 12 preferenze: per lui hanno votato i togati di Area e di Autonomia e Indipendenza e i laici del M5S. Nel plenum Riello ha ottenuto 4 voti (i tre di Magistratura indipendente e il laico di Fi Michele Cerabona); Matera ha incassato 3 voti. Gli astenuti sono stati 5: il vice presidente David Ermini, il primo presidente della Cassazione Giovanni Mammone, i laici della Lega Stefano Cavanna e Emanuele Basile e il laico di Forza Italia Alessio Lanzi.

Leggi anche:
– 
Cucchi pestato in caserma, giudici in camera di consiglio per decidere se il pestaggio ne provocò la morte
– Droga nascosta tra le banane, sequestro record di cocaina al porto di Gioia Tauro. Indagini dei carabinieri sulla rete di narcos
–  Procura di Salerno, la nomina di Borrelli diventa un caso: il plenum del Csm azzera ogni decisione e rimanda gli atti indietro
– Carabiniere ucciso a Roma, chiusa l’inchiesta: chiesto il giudizio immediato per i due giovani statunitensi
– Battesimo di fuoco per De Majo, nel tritacarne per i post su Israele. Lei si difende: «Squadrismo contro di me»
L’ex eurodeputata di Forza Italia Lara Comi agli arresti domiciliari per presunte tangenti Inchiesta sulle Universiadi, avviso di garanzia recapitato al vicepresidente della Giunta regionale Bonavitacola
Troupe del programma ‘Non è l’arena’ aggredita mentre tentava di intervistare il cantante neomelodico Tony Colombo
Dopo la voragine prima notte in brandina per gli sfollati dei Ponti Rossi, lavori anche di notte per risolvere l’emergenza
Imprenditore malato terminale ha debiti che vorrebbe saldare ma la Prefettura da 15 anni non gli paga i crediti

giovedì, 14 novembre 2019 - 16:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA