Fabbricava bombe in casa, arrestato il 23enne di Arzano che a luglio provocò il crollo di una palazzina in via Atellana

Un'operazione dei carabinieri (foto Kontrolab)

Un arresto per il crollo di una palazzina ad Arzano avvenuta lo scorso 8 luglio. Accusato dell’episodio che causò danni strutturali anche a due appartamenti attigui e l’evacuazione del palazzo (senza per fortuna feriti) è un ventitreenne residente nella stessa cittadina. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri della Tenenza arzanese al culmine dell’indagine coordinata dalla procura di Napoli Nord su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord. I reati contestati sono fabbricazione e detenzione illegale di ordigni esplosivi e crollo di costruzioni.

Le attività investigative, condotte con l’ausilio degli artificieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Napoli e della Sezione Rilievi della Compagnia Carabinieri di Casoria,  hanno avuto inizio in seguito all’esplosione avvenuta lo scorso mese di luglio, in uno stabile di via Atellana.

Ad incastrare il 23enne, le testimonianze di persone informate dei fatti e il rinvenimento, nella sua abitazione, di  numerosi ordigni artigianali di elevatissimo potenziale che venivano realizzati in condizioni di assoluta precarietà per unione di componenti chimici estremamente instabili e, quindi, altamente pericolosi.

Leggi anche:
– 
La crisi senza fine dei Cinque Stelle, Carbonari (Umbria) lascia: «Il Movimento va a braccetto con un sistema marcio»
– Ilva, Conte nella città spaccata in due: faccia a faccia con i cittadini e tute blu. Nuovo incontro coi vertici di ArcelorMittal
– Parcheggia sotto casa e viene rapinato, banditi via con il Rolex da seimila euro
Inchiesta sulle truffe agli anziani, il vedemecum del perfetto truffatore: «Metti la cintura, così non sembri napoletano». Così i truffatori insegnavano ai nuovi adepti “l’arte dell’imbroglio”
– Incursione dei ladri in casa del fuoriclasse del Napoli Allan a Pozzuoli: i malviventi sono stati messi in fuga dalla moglie
– Picchia e maltratta la moglie che riesce a scappare da una vicina e lo denuncia: 45enne arrestato nel Napoletano
– Cascina esplosa ad Alessandria, confessa il proprietario. L’accusa del procuratore: «Avrebbe potuto salvare i 3 pompieri»
– A Roma un altro locale distrutto dalle fiamme nel quartiere Centocelle, lo stesso de ‘La Pecora elettrica’ | Foto
– Imprenditori vittime di usura ed estorsione, arrestati il ras dell’Alleanza di Secondigliano Trambarulo e la compagna

lunedì, 11 Novembre 2019 - 07:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA