Vento forte, scatta l’allerta meteo della Protezione civile in tutta la Regione Campania

Immagine di repertorio (foto Kontrolab)

Vento forte e mare mosso, scatta una nuova allerta meteo da parte della Protezione civile della Regione Campania. L’avviso riguarda l’intero territorio regionale, lo stato di allerta è valido fino alle 15 di domani mercoledì 11 dicembre.

Si prevedono, informa una nota, «venti forti da nord-nord-est con locali raffiche. Mare agitato soprattutto al largo e lungo le coste esposte».  Si raccomanda «alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti e, in particolare, di verificare la corretta tenuta delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso».

Leggi anche:
Nola, quindicenne accoltellato da una baby gang all’esterno del centro commerciale Vulcano Buono: è caccia agli assalitori 
– I Roxette perdono la loro voce, a 61 anni Marie Fredriksson sconfitta dal tumore al cervello: era malata dal 2002 
– Deposito di ordigni scoperto in un garage a Pompei, era a rischio esplosione: 30enne arrestato dai carabinieri 
– Svaligiavano garage e cantine poi piazzavano la refurtiva nei mercatini: 2 indagati in provincia di Avellino 
Azienda isolata da trenta mesi per un cavalcavia sotto sequestro sulla A16, i dipendenti scrivono a Benetton 
– Bollette ‘pazze’, rimborsi e bonus danni per le vittime: approvato in Senato emendamento di Fdi alla Manovra 
– Clan Moccia, la black list dei commercianti ai quali imporre il pizzo: 18 arresti
– Ha villa a mare e reddito di cittadinanza, denunciato 58enne: è ritenuto vicino agli ambienti della ‘ndrangheta
– Camorra, scacco ai De Rosa: 16 arresti Ordigni esplosivi e minacce per piegare le vittime del racket | I nomi degli indagati
– Terrorismo, per i pm indottrinava i bambini al martirio: inflitti 5 anni al presidente di un’associazione culturale islamica
– Milano, scontro filobus-camion rifiuti: indagati i conducenti dei mezzi, verifiche sul cellulare dell’autista Atm
– Cafiero de Raho: «Le mafie sparirebbero senza contante. Ma in Italia non si vuole eliminare l’evasione»
– Accusato di avere tentato di truffare il Fondo per le vittime di usura ed estorsione, ristoratore a processo
– Spara al cugino per una questione di eredità: 30enne arrestato nel Napoletano
– Azienda per il recupero di carta e imballaggi stoccava rifiuti speciali a Volla Sequestrati beni per oltre un milione
– ArcelorMittal, Conte propone l’ingresso di «aziende a partecipazione pubblica»
– Abusò della cugina dopo una serata in discoteca, 27enne in carcere: dovrà scontare 4 anni di reclusione

martedì, 10 dicembre 2019 - 15:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA